Premio Letterario Internazionale "CITTA' DI PORTO RECANATI"

        VEDI IN FONDO IN FONDO, IL BANDO 2011

 

*****************************************************************

PREMIAZIONE 24 SETTEMBRE 2011

LA PAZIENZA DELL'ERBA

 

                                                Ad Antonio, nel giorno

                                                del suo nono compleanno

 

Come remi spossati sugli scalmi

pendono dai braccioli le sue ali.

Nelle prove di volo, anche stavolta,

è mancato al decollo il vento buono

che Icaro redime dalla terra:

stremate, esili gambe alla pedana,

le mani a mulinare vanamente

sulle ruote del "Pègaso H3",

carrozzella-pieghevole-autospinta

(carbonio ultraleggero arreso al porfido

-disanimato e ignaro opus incertum-

murato in Via dell'Araba Fenice).

 

Batte alle porte aprile, ed io non so

come guardare Antonio.

Fingo di rovistare tasche vuote,

dove cerco parole che non trovo

per gli anni suoi,  promessi

non so se al primo o all'ultimo equinozio.

Lui aspetta in silenzio e ha già imparato

la pazienza dell'erba.

 

Dentro il cortile. intanto.

rimargina ferite anche il muretto,

col glicine fiorito questa notte.

 

                                                      UMBERTO VICARETTI 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COPPA PER IL 1° CLASSIFICATO UMBERTO VICARETTI
COPPA PER IL 1° CLASSIFICATO UMBERTO VICARETTI

SETTEMBRE 2010- PREMIAZIONE

FOTO E POESIE

1° CLASSIFICATA " IRIS DI STAZIONE " di DONATELLA NARDIN-VENEZIA (Cavallino Treporti)

Finalmente consegnato il premio a DONATELLA  NARDIN dal

Prof. Renato Pigliacampo.(cliccare sulla foto per ingrandire)

 

Iris di stazione

 

Sboccia dalle rotaie un fiore nero,

fragile stelo di un raggio passeggero

e viene a passi corti e smemorati

seguendo un canto di bimbo tutto suo,

parco alle parole, dai suoni piccoli e leggeri

 

è Iris di stazione, clocharde docile

e gentile che passa indecifrata

di visione in visione,

dimentica nel movimento

di vite organizzate all’espansione

 

e poi si ritrae, il suo deserto la reclama,

un angolo aguzzo di metropolitana,

come letto un semplice cartone

 

ma questa notte l’oscurità non pesa,

di un altro cielo sembra intrisa,

di ali ardenti scese chissà come

 

lunga una mano fende le distanze,

tesa nel palmo posa una carezza,

un piatto caldo e una coperta,

mirabile non sa la sua bellezza

 

Iris sorride calda d’assoluto,

alla remota lingua sembra ritornare,

una lama nel fiore è penetrata

perché ha creduto

in ciò che non si vede.

 

 

 

DONATELLA  NARDIN

 

 

Breve Curriculum bio-bibliografico di Donatella Nardin

 

Dopo gli studi classici, ha lavorato nel settore turistico con incarichi dirigenziali. Ora, a riposo, si dedica a fattive collaborazioni con Associazioni culturali e assistenziali locali e con un periodico, per il quale cura una rubrica di critica letteraria.

Coltiva da sempre la passione per la scrittura, soprattutto poetica. La gratificano, di tanto in tanto, piccoli premi e riconoscimenti, una ventina solo nell’ultimo anno. Per brevità ne citeremo solo alcuni. Primo premio al 4° Concorso Nazionale di racconti brevi Città di Jesolo 2009, Menzione d’Onore al 9° e 10° Concorso Nazionale Città di Vigonza, sezione Poesia, nel 2009 e 2010, terza al XVI Concorso Nazionale Stella e Antonio Norbiato Città di Spinea 2010 per la sezione poesia, seconda al Concorso Bruni di Poesia Città di Mestre 2009 e Prima allo stesso Concorso nell’edizione 2010, Diploma d’Onore al XVI Concorso Internazionale Amico Rom 2009, Prima al Premio letterario di racconti Cogito ergo Scrivo 2010 di Roma e Prima al Concorso Internazionale Città di Porto Recanati 2010.

Alcune sue poesie sono pubblicate in Antologie di piccole e medie Case Editrici come LietoColle, in rete e in alcune riviste letterarie.

 

 

 

 

Donatella Nardin

via Bartolomeo Colleoni 38

30013 Cavallino Treporti Venezia

tel. 041658027 cell 3495396035

e-mail d.nardin1@virgilio.it

 

 

 

 

A destra,in prima fila, l'Assessore Sirocchi ed il Senatore di Porto Recanati, Salvatore Piscitelli,incaricato di consegnare una medaglia del SENATO  DELLA REPUBBLICA  al Concorso di Poesia "Città di Porto Recanati"
A destra,in prima fila, l'Assessore Sirocchi ed il Senatore di Porto Recanati, Salvatore Piscitelli,incaricato di consegnare una medaglia del SENATO DELLA REPUBBLICA al Concorso di Poesia "Città di Porto Recanati"
I  PREMI
I PREMI

 ECCO IL GRUPPO DEI POETI PRESENTI :

DA SX:

STEFANO BIANCHI attore e dicitore

ROSANNA GIOVANDITTO 2° class.-

l'Assessore CARLO SIROCCHI,

il Prof. RENATO PIGLIACAMPO,

 IDA ANGELICI,5° class.,

NOVELLA TORREGIANI,

RAMONA DI RIDOLFI,10° CLASS.

UMBERTO VICARETTI, 3° CLASS

FANTINO MINCONE  1° TEMATICA LEOPARDIANA.

CESARINA CASTIGNANI PIAZZA  6° CLASS.

 Purtroppo, non erano presenti DONATELLA NARDIN,1° CLASS. (MOTIVI GRAVI)e ANDREA CATALDI, 1° per la tematica IL SILENZIO  ,ripartito subito e qualche altro.

************************************************

           LIETO E  FESTOSO  CONVIVIO 

 

La prima classificata era assente-La seconda classificata ROSANNA GIOVANDITTO  che ha recitato la sua poesia con il linguaggio dei segni (LIS) commovendo tutti
La prima classificata era assente-La seconda classificata ROSANNA GIOVANDITTO che ha recitato la sua poesia con il linguaggio dei segni (LIS) commovendo tutti
Il terzo classificato UMBERTO VICARETTI  alla CENA DEI POETICON LA GENTILE SIGNORA
Il terzo classificato UMBERTO VICARETTI alla CENA DEI POETICON LA GENTILE SIGNORA
I nostri insostituibili attori e declamatori, Stefano Bianchi e Monia Ciminari
I nostri insostituibili attori e declamatori, Stefano Bianchi e Monia Ciminari
La bravissima  declamatrice e presentatrice di TVRS   Tiziana  Bonifazi di Recanati.con il suo sposo.
La bravissima declamatrice e presentatrice di TVRS Tiziana Bonifazi di Recanati.con il suo sposo.

A dx ROSELLA CAPORALETTI PITTRICE E FOTOGRAFA, FANTINO MINCONE ,vincitore del 1° premio per la tematica leopardiana e la gentile Signora.

Il Prof.Pigliacampo e la Presidente dell'Associazione culturale  "L.C.Coro a più voci "Novella Torregiani e consorte.
Il Prof.Pigliacampo e la Presidente dell'Associazione culturale "L.C.Coro a più voci "Novella Torregiani e consorte.

          I VINCITORI  E I SEGNALATI DELLA XXI EDIZ. 2010

 

La Giuria del Premio Internazionale di Poesia «Città di Porto Recanati», XXI edizione 2010, composta dal prof. Guido Garufi (Presidente), dal Dr. Daniele Regolo (Componente), dall’Ins. Novella Torregiani (Componente) e dal Prof. Renato Pigliacampo (Segretario con diritto di voto), si è riunita  nella sala del Centro Studi Portorecanatesi, per esaminare le 222 poesie pervenute, a tema libero o a tema “il Silenzio”, per altrettanti concorrenti, al Premio Internazionale di Poesia «Città di Porto Recanati».

 

 

La Giuria riunitasi una seconda volta per stilare la classifica dei dieci Vincitori dei Premi, del Vincitore della poesia avente per tema contenuti degli Idilli in onore di Giacomo Leopardi, una poesia testimoniante «Il Silenzio», ha stilato la seguente classifica di merito:

 

 

1. Donatella Nardin di Cavallino Treporti (VE), per la poesia Iris di stazione, con la seguente motivazione: «Metafora di vita, nostra e degli ultimi che, la quotidiana frenesia d’esistere, non permette né di vedere né d’ascoltare. Ma la sensibilità del poeta induce a riflettere su quel «canto di bimbo tutto suo». Iris ascende, nel contesto della lirica, ad esplicita condanna della società, o meglio dello sgomitare dei suoi principali attori, i politici e gli operatori culturali, smemorati della funzione di guida. La chiosa finale lascia aperta la speranza nei vv. «una lama nel fiore è penetrata/ perché ha creduto/ in ciò che non si vede.»

 

2. Rosanna Giovanditto di Spoltore (Pescara), per la poesia Notte silente, con la seguente motivazione: «Poesia suffusa di tenerezza nel ricordo di un’infanzia caratterizzata dall’ascolto, quando la poetessa accenna con i vv «luna che giocavi con le mie voci/ e i suoni che ascoltavo nel canto/ di mia madre (…); e non solo si manifesta per questa forte tematica ideativa che, al termine della lettura, induce la Giuria a distinguere l’opera, ma anche per la padronanza dello stile, la pausa delle sospensioni appaiono evidenti nella sicurezza di un linguaggio visivo, nell’intrinseco prevalere di un Io nei vv. «Io sono come notte: perpetuo silenzio/ che scava l’anima.» La Giovanditto, nuova voce poetica d’Abruzzo, apre orizzonti di scrittura in cui, il suono mnemonico di ieri e la percezione visiva di oggi si fondono nella sinestesia tipicamente leopardiana allorché, ogni appunto, diventa poesia.»

 

3. Umberto Vicaretti di Luco dei Marsi (AQ), per la poesia La mia città respira oltre le stelle, con la seguente motivazione: «Poeta di consolidata ispirazione nei temi e luoghi del vissuto. La poesia documenta la drammatica esperienza dello scisma, conducendoci nel focus dello stesso con i vv. «che artiglia ancora e ancora ancora brucia»: e l’insistente ripetizione temporale (per tre volte!) di «ancora», ci conduce - in un crescendo di emozioni - ‘dentro’ il dramma causato dal terremoto. Il poeta osserva, dapprima smarrito la sua città martoriata, per poi individuarvi, nonostante tutto, «la mia città respira oltre le stelle», sino a scoprire, nella tragedia, un messaggio (o presunzione?), che fa dire al poeta «…poserò, come Tommaso,/ sopra le antiche mura la mano.» Tutto questo con padronanza e inciso linguaggio.

 

4. Lella De Marchi di Pesaro, per la poesia Nello spazio cosmico.

 

5. Ida Angelici di Porto Recanati, per la poesia Ciclicamente la vita.

 

6. Cesarina Castignani Piazza di Monte san Giusto (AN) per la poesia L’azzurro che tu amavi.

 

7. Maria Assunta Oddi di Luco di Marsi (AQ) per la poesia Terremoto.

 

8. Francesco Accattoli di Osimo per la poesia A questa scuola hanno tolto le finestre.

 

9. Elena Valli di Cortona (AR) per la poesia Lacrime di silenzio.

 

10. Ramona Di Ridolfi di Venarotta (AP) per la poesia …All’espressività di un amico sordo.

 

 

Come dal Bando del concorso la Giuria ha deciso di premiare la poesia La ballata del bambino diverso di Andrea Cataldi di Amalfi (SA) per la sezione del tema «il Silenzio», con un assegno di 200 euro offerto dal CASISMA proposto e diretto dal Prof. Renato Pigliacampo.

 

Come dal regolamento del Bando è stata scelta sul tema d’ispirazione di “contenuti leopardiani” la poesia Nuovi orizzonti di luce di Fantino Mincone di Torrevecchia Teatina (CH). Premio offerto dall’Associazione “LEOPARDIANCommunityCoro a più voci” presieduta da Novella Torregiani, al quale va il nostro ringraziamento.

 

Infine, sempre seguendo il Bando e lo spirito che anima la fondazione del Premio “Città di Porto Recanati”, la Giuria ha deciso, unanime, di riconoscere un Premio speciale al Centro di Riabilitazione di Santo Stefano di Porto Potenza Picena, che propone la poesia, ai propri ospiti, come tentativo di recupero delle potenzialità intellettive ed affettive. I nominativi delle opere presentate:…………………………….

 

La Giuria riconosce le opere di poeti -nostri amici del Silenzio- ai quali è assegnato un «attestato speciale» di incoraggiamento: Michele Amato di Bari, Anna Cernicchiaro di Foggia, ad essi la Giuria accumula il giovane Michele Tallarigo di Catanzaro, il più giovane partecipante.

 

La Giuria e il Gruppo di Volontariato che sostiene il Prof. Renato Pigliacampo, fondatore del Premio di Poesia «Città di Porto Recanati» nel lontano 1986, pur con alcune sospensioni, ricordano al Comune e alla Giunta dello stesso di sostenere la Manifestazione - ormai affermata e apprezzata in Italia e conosciuta all’estero – per l’impegno di promozione culturale e sociale che anima il premio.

 

La Giuria

Guido Garufi (Presidente)

Renato Pigliacampo

Daniele Regolo

Novella Torregiani

 

 

 

Premio "CITTA' DI PORTO RECANATI  2003
Premio "CITTA' DI PORTO RECANATI 2003

1° CLASSIFICATA: Donatella Nardin di Cavallino Treporti (VE), per la poesia IRIS DI STAZIONE, con la seguente motivazione: «Metafora di vita, nostra e degli ultimi che, la quotidiana frenesia d’esistere, non permette né di vedere né d’ascoltare. Ma la sensibilità del poeta induce a riflettere su quel «canto di bimbo tutto suo». Iris ascende, nel contesto della lirica, ad esplicita condanna della società, o meglio dello sgomitare dei suoi principali attori, i politici e gli operatori culturali, smemorati della funzione di guida. La chiosa finale lascia aperta la speranza nei vv. «una lama nel fiore è penetrata/ perché ha creduto/ in ciò che non si vede.»

 

**********************************************

anno 2005
anno 2005

 Premio Letterario ''CITTA' DI PORTO RECANATI''2005

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Da sx.: Poeta Emilia Violini-Sandra Eusebi-Poeta premiata Antonietta Tafuri - Assessore Salvatore Piscitelli,ora Senatore della Repubblica -Poeta Francesca Prestano- con cravatta Prof .RENATO PIGLIACAMPO Fondatore e responsabile del Premio.-

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

*********************************************************************

XXII EDIZIONE 2011

 GRUPPO CULTURALE
GRUPPO CULTURALE