PIERUBALDO BARTOLUCCI

PIERUBALDO BARTOLUCCI

Autore di Fossombrone, profonde in poesia l’esuberanza del sentimento umano e la squisitezza del gusto estetico, analizzandole attraverso la logica. Vincitore e finalista a numerosi concorsi letterari nazionali, è stato destinatario di riconoscimenti speciali e menzioni d’onore.

 

Aggiunta

 

Aggiungo

Rovine di sogni

Ai giorni vani di vento,

Contento...

 

Se l'alba sapesse

Proibire gli incanti!

 

Appena finiti

Gli auspici:

Future congiure

D'amore

A seguire le ore

Ormai salve dal sole...

 

Adesso confesso

L'eccesso

Di chiose fumose

Al mago di turno,

Notturno...

 

Spergiuro rammento

Il lamento del tempo...

 

 

 

Se anche al nadir

Fossi a contare

Faville celesti

Sul tuo viso fiero,

Distante appare

Severo il maniero,

Il mistero

Di veglie d'estate

Dorate ...

 

Neanche risate stonate

Stormi ridanno di voci

Di bagni d'oblio...

 

Rugose carezze di roccia

Aggiungo.

 

 

 

   UN ISTANTE   

Taci un istante:
il coro di abeti è pronto
ad aprire il concerto voluto
dal vento, al calare del sole.

Una strofa regalo al signore
dei boschi: forse vedremo
schizzi tardivi di luce
benevola e calda.

Compie, la terra, il suo giro
ovvero t'accorgi se la notte
verrà. Nemmeno si ferma
la mano del mago: i sassi
si muovono per farti spavento.

Momenti di gioia, purissima,
non hanno scadenza, per te:
sorridi alle nuvole, stanche
del giorno e parli la lingua
dei gatti; non pensi al balletto
cubista di Léonide Massine...

Pallide chiacchiere evadono
presto dal ricco buffet;
i lampioni metallici, fuori,
rubano ancora i ricordi.

Fiabe di seta sono quelle
che sento e che vedo salire
sull'orlo sottile dei monti;
puoi anche ripetere ora
ragionevoli frasi d'amore:
la cornice mi pare perfetta.

*

POESIA vincitrice del CONCORSO d'ESTATE ed. 2001 (premiazione 23.9.2001) di MONDO d'ARTE,
 sezione POESIA.

  

  

  

*********************************

L’ancora

Ho gettato l’ancora

per te...

Le correnti del grande mare

non conosco ancora...

Meno che mai

i lidi lontani

dove sorridono

le sirene...

Quella notte ricordo

però,

col profumo di viole,

«long time ago».

 

 

*******************************

Nota: l’ultimo verso è ripreso

da una poesia di Cesare Pavese

*********************************

 

 

BIOGRAFICA

Bartolucci Pierubaldo è nato a Fossombrone il 12 luglio 1950.Ha vissuto intensamente la vita delle associazioni culturali della sua città, sul finire degli anni ’60 agli scavi della rocca duecentesca sul colle

di Sant’Aldebrando, con lo sguardo sulla valle del Metauro fino al mare.E negli anni a seguire quelli della città romana di Forum Sempronnii con le vestigia della via consolare Flaminia e i mosaici riaffiorati delle antiche domus. Durante gli studi universitari a Firenze ha molto viaggiato nei paesi del Mediterraneo, inseguendo i miti del passato. Vive a Fossombrone,adora i gatti sornioni e sente il fascino della musica jazz nelle sue svariate forme di stili e personaggi memorabili. Coltiva l’amicizia e ne trae ispirazione pensando

di far parte del gregge di Epicuro. E poi la poesia: quel giorno davvero speciale quando arrivò un telegramma dalla città di Orte per la consegna del primo premio vinto,primo premio nel vero senso del termine, era la prima volta! E così in qua e in là per la bella Italia a prendere premi e a gioire in mezzo ai poeti o presunti, tutti membri comunque di quel "pio consorzio di anime elette". Napoli,Crotone,Agropoli,

Porto Recanati, Roma,Tivoli,Vercelli,Piombino,Cremona,Città di Castello, divenuti anch’essi luoghi dell’anima.

 

 

Ringraziamenti.

Ricordo il poeta Dario Bellezza per la prefazione al mio primo libro IL PENDOLO

edito a Firenze nel 1999, grazie allo stimolo dell’amico Sanzio Balducci, dopo dieci anni di fervore poetico.

Ringrazio l’amico di sempre Arnaldo Cecchini per la prefazione al mio secondo libro LE ORME

edito a Milano nel 2001.

Ringrazio l’amico Serafino Giulietti , sicuro compagno di viaggi sia geografici sia intellettuali per la nota introduttiva al mio terzo libro NOUVELLES POESIES edito a cura della Ibiskos ed. di Empoli nel 2004.

Ringrazio gli amici della Banca Popolare di Ancona di Fossombrone per l’acquisto di duecento copie del mio quarto libro 39 CARTE stampato con il contributo de "IL CLUB degli autori " a San Donato Milanese nel 2002

con la prefazione di Massimo Barile.

Ringrazio l’amico Renzo Savelli, maestro di nome e di fatto che m’infuse la voglia sottile di scoprire le cose

nascoste o meglio sepolte come negli scavi alla Rocca di Sant’Aldebrando, anch’egli convinto alla prefazione al mio quinto libro POESIE DI DOVE edito a Guidonia a cura di Aletti Ed. nel 2007.

 GRUPPO CULTURALE
GRUPPO CULTURALE