TOBIA CIPPITELLO,SOCIO ONORARIO

A DX. TOBIA IN TOSCANA PER UNO DEI SUOI TANTI PREMI.
A DX. TOBIA IN TOSCANA PER UNO DEI SUOI TANTI PREMI.

clicca sulla foto piccola per ingrandire

 

TOBIA CIPPITELLO   Artista naif

 

                                                 Dai racconti della sera:

“Carnevale Duemiladodici”

 

A Viareggio bisogna

andare amore mio,

per festeggiare

l'unità del nostro amore.

Tutta la settimana

“grassa”.

Il Martedì grasso

vestita di bianco,

il Giovedì grasso

vestita di verde,

il Sabato grasso

vestita di rosso,

soli soletti amore “mio”.

Festeggeremo il giuramento

della nostra unione.

Iniziando il secondo

centenario dell'unità “d'Italia”.

Sperando con tanto

amore, gioia, benessere

di ritornarci tra

cinquant'anni.

Con lo stesso tricolore

della nostra Italia,

...a Viareggio. ( a fianco pagina,inserire diploma del premio di questa poesia

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tobia Cippitello - poesia & pittura *

Biografia: Pittore e poeta NAïF, autodidatta, è nato a Morrovalle (MC), ma vive a Montelupone (MC).

Abitazione: Viale Paci, 8 - 62010 Montelupone (MC)

Pubblicazioni e concorsi: Ha conseguito molti riconoscimenti tra cui:

1° classif. Premio di pittura “Velia Simoncini” 2° ed. 2005 - Porto Recanati

2° classif. Premio “OMAGGIO A CORTONA” 2007 - sez. Letteratura

3° classif. 21° Rassegna d’Arte “Città di Viareggio” con la poesia “S.Lucia”

Note critiche: Tratte da alcune motivazioni dei premi ricevuti: “Gente genuina... con radici ben salde di umanità, di fede, di civiltà. Si distingue per il tono critico e ironico dei suoi testi che spesso, accompagnano i suoi quadri, di un particolare senso cromatico. Immortala avvenimenti e personaggi di vita quotidiana e, nel contempo, cerca di mantenere ben salde quelle radici di un mondo troppo frettolosamente dimenticato.” “Si dedica alla pittura, ma non trascura neppure la scrittura… L’originalità dell’artista si …manifesta nei versi estrosi ed ispirati, luminosi ed intensi tanto che sembrano composti sotto una prorompente spinta emotiva. La narrativa muove da eventi realmente accaduti e, senza trasfigurarli, li eleva a poesia… con l’intensa sensibilità del vero artista.” …“La sua pittura è coerente con molti aspetti della personalità di uomo semplice e complesso, al tempo stesso. Il lirismo dei suoi lavori non è frutto di affannosa ricerca, ma piuttosto di una poetica istintuale…” (G.F. Presidente di Giuria)

 

 

 

MOSTRA "ARTEPORTORECANATI 2006- Suggestivo scorcio  :a dx ,due opere di CIPPITELLO
MOSTRA "ARTEPORTORECANATI 2006- Suggestivo scorcio :a dx ,due opere di CIPPITELLO

 

TOBIA CIPPITELLO Artista naif

 

Dai Racconti della Sera:

 

“Natale”

 

 

Quale Natale, dobbiamo

vivere in Italia...

“2011”

...se i politici

fanno ancora uccidere

i bambini

nel grembo della mamma.

Più quelli che sono vivi,

debbono pagare i debiti

fatti sempre dagli

“stessi”.

Cari bambini, bisogna

fare gli auguri

di buon Natale

“2011”

a quei vermi di terra

che mangiano il panettone

da mille euro

tutti i giorni

“a vita”.

Tutto questo per

salvare le istituzioni

dell'Italia repubblicana.

Forse un giorno ci riuscirete

a mandare in esilio

l'Italia, la Repubblica e la Santa Romana Chiesa,

tutto per una

“Giustizia Universale”.

 

 

 

 TOBIA CIPPITELLO Artista naif

 

Dai Racconti della Sera:

 

“Santa Lucia”

 

 

Era più credibile

il detto dei

nostri antenati che,

Santa Lucia tredici Dicembre

è la giornata più corta

che ci sia.

Poi il sole vien su

fino a San Giovanni

il ventiquattro Giugno.

Poi quel detto:

tutti i giorni si fa sera,

Maggio e Giugno appena appena.

Poi a San Pietro

il sole torna indietro,

indietro sul nostro orizzonte.

Andando a scuola

mi hanno detto che

gira, gira, gira

per fare le quattro stagioni.

Ma le stagioni

sono due come dice il sole.

Sei mesi sale

e sei mesi scende.

E poi il sole

non è una fonte di calore,

sfido chiunque dica il contrario,

a meno che non sia

una questione di

“credenza”.

TOBIA CIPPITELLO   Artista naif

 

 

                             LEOPARDI

 

C'era una volta // Montemorello e c'è...

   (ANCORA)

E c'è chi vuole...// chiamarlo patrimonio dell'

   (UMANITA')

Sarebbe pur sacro...// Santo e giusto.

Però sarebbe più...

   (GIUSTO)

che il comune... //rivendicasse il suo

   (TERRITORIO)

Oggi Loreto, Porto Recanati, // Montefano.

Eppoi riportare a casa... // il beato Conte "Giacomino".

Battezzare il tutto,

   (LEOPARDI)

Questo è territorio // franco, patrimonio dell'

   (UMANITA')

 

E sia lodato,lodato... // Montefano, Montemorello, Loreto

     Castello Svevo

cioè Paradiso Terrestre. // Costruito dal genere...

   ( UMANO)

per il genere

   (UMANO)

Mare, terra, ermo colle...// e che dall'ermo colle...

si mediti l'Infinito....

   (LEOPARDI)

 

            

 

TOBIA CIPPITELLO   Artista naif

 

 

                             LA VELA

C'era una volta

e c'è ancora

LA VELA

che per secoli

e secoli...

ha permesso all'uomo

di camminare su

L'ACQUA

senza più remare

LA BARCA.

Il mare   la barca   la vela    

E l'uomo sulla barca...

dondolando e veleggiando...

respirava aria buona.

Raggiunta la meta

una buona colazione ...

cosa c'è di più

sacro e giusto di

una buona colazione

   per noi umani

senza mai dimenticarsi...

il mare   la barca   la vela

che hanno permesso all'uomo

di camminare sull'acqua.

E arrivare in...

ogni angolo della

   TERRA.

 

2° class. "Rassegna d'Arte2010". Ass.SanDomenichino-Massa

 

          

TOBIA CIPPITELLO   Artista naif

 

 

 

 GRUPPO CULTURALE
GRUPPO CULTURALE