STEFANO SORCINELLI, SOCIO ONORARIO.

 

Patria

 

Nella cieca ignoranza

Tra le parole vuote

E lo stupro della storia

Troppe volte ti ho sputato in faccia

Troppe volte ho rinnegato ciò che dai

 

Ma nel dolore di chi parte

E nella speranza di chi arriva

Ti scopro

Ti conosco

E mi disoriento

 

Vile,

Vile nei miei pensieri

Vile nelle mie azioni

Mi trovo ad accusarti

Ma in questa nuda entità

Ricca e umiliata quale sei

Scopro con passione di essere italiano

 

 

 

Africa

 

La foto bambina.

Ndeye vestita a festa.

Con uno sguardo di antilope

si nutre d’innocenza.

 

Ndeye sorride

di un bianco lucente

che abbaglia

l’eco delle guerre.

 

In posa, un solo scatto.

Un solo fiore tra le mani.

Un solo paio di sandali.

Un solo mondo da abitare.

 

Sembra pregare

Ndeye

che arrivi qualcuno

che le prometta il mare.

 

 

Recanati-Giornata Mondiale                                                                             Della Poesia, 20 MARZO 2011
Recanati-Giornata Mondiale Della Poesia, 20 MARZO 2011

 

 

15 ANNI

 

A 15 anni

ero

come neve al sole

elemento in movimento

attratto

da un lontano

indefinito calore

di ignota parvenza

non più

neve inerte

ero materia incerta

 

CURRICULUM di STEFANO SORCINELLI


Stefano Sorcinelli è nato nel 1968 a Fano, dove vive.Sposato dal 1998 ha due bambini Tommaso e Rodolfo, rispettivamente di dieci e quattro anni.Laureato in Economia e Commercio all’Università di Ancona, dopo una significativa esperienza di collaborazione con l’Università con la mansione di “ricercatore”, da dieci anni lavora come impiegato amministrativo presso la Schnell spa di Montemaggiore al Metauro (PU), azienda leader mondiale per la progettazione e realizzazione di macchine per l’edilizia.Da analogo periodo, in concomitanza con l’adozione a distanza di una bambina del Senegal, collabora con ActionAid International con lo scopo di sensibilizzare e raccogliere fondi a favore dei Paesi dell’Africa, dell’America Latina e dell’Asia.In ambito letterario, diverse sue poesie sono state inserite in antologie, riviste cartacee e on line, arrivando alla finale in diversi concorsi letterari nazionali ed internazionali e ricevendo numerosi premi ed attestati di merito.Tra i riconoscimenti più prestigiosi attribuiti al poeta fanese vanno annoverati:per la poesia “Pigrizia”:-Medaglia d’Argento e Diploma di Merito al Concorso Letterario Internazionale “Città di Viterbo” 2009.-Premio Speciale della Giuria al Concorso Nazionale di Poesia “Nel lucido verso” Città di Morano Calabro 2010, con pubblicazione on line della poesia nel “Libro virtuale di Auralide”.-Attestato di Merito al XIII Concorso Internazionale di Poesia “Il Saggio – Città di Eboli” 2009. -Diploma di Merito e tessera di socio onorario del Centro Culturale Empolese al Premio Letterario IBISKOS 2010, con inserimento della poesia nell’antologia “Chorus” 2010 (assieme alla poesia “Autunno”).-Diploma di Encomio Solenne al Premio Letterario “San Benedetto del Tronto nel cuore” 2010 nella sezione “I Migliori nella Cultura” (assieme alla poesia “Autunno”).-Diploma di Merito e pubblicazione gratuita di una raccolta di poesie per essersi classificata al 1° posto, assieme alla poesia “Autunno”, al Concorso Letterario Nazionale “Il mio tempo” 2010, organizzato da Edizioni Astragalo di Novara.-Trofeo e Pergamena di Encomio Solenne conferiti alla Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” il 31 gennaio 2011 per essersi classificata al 1° posto al Concorso Letterario Nazionale “il Nobel dell’Arte e della Letteratura 2010”.Per la poesia “Autunno”: -Medaglia d’Argento ed Attestato di Merito al Concorso Internazionale di Poesia “Città di Aprilia” 2010 per essersi classificata al 4° posto.-Gran Targa Città di Viterbo, per essersi classificata al 2° posto, al Concorso Nazionale “Cocci d’anima” Città di Capranica 2010 organizzato dall’Accademia Internazionale di Arte e Letteratura Francesco Petrarca di Capranica col patrocinio della Provincia di Viterbo.-Diploma di Merito al XIV Concorso Internazionale di Poesia “Il Saggio – Città di Eboli” nella Sezione Poesia in Lingua.-Targa personalizzata e Diploma di Merito all’VIII edizione del Premio Letterario Nazionale di poesia e narrativa “SURRENTUM”, per essersi classificata al 3° posto nella sezione poesia in lingua.Per la poesia “Mani aperte”: -Targa personalizzata e Diploma di Merito al Premio Letterario Nazionale “AmaRossella” V Edizione – Città di Roma, per essersi classificata V nella Sezione Poesia religiosa. -Premio Speciale della Giuria al XIV Concorso Internazionale di Poesia “Il Saggio – Città di Eboli” nella Sezione Poesia Religiosa, classificatasi inoltre all’8° posto assoluto.-Targa personalizzata e Diploma di Merito all’VIII edizione del Premio Letterario Nazionale di poesia e narrativa “SURRENTUM”, per essersi classificata al 2° posto nella sezione poesia religiosa.-Medaglione “Francesco Petrarca” – Premio Omaggio alla Cultura – al Concorso Letterario Nazionale “JPII 2011” organizzato dall’Accademia Internazionale di Arte e Letteratura “Francesco Petrarca” di Capranica.  Per la poesia “Un altro giorno”:-Premio AG oro – pennino d’argento quale premio della critica al XV Concorso Internazionale di Poesia “Il Saggio – Città di Eboli” nella Sezione “Lingua Italiana”.Per la poesia “Notte insonne”:-Premio della Creatività al XV Concorso Internazionale di Poesia “Il Saggio – Città di Eboli” nella Sezione “Lingua Italiana”.Per la poesia “Patria”:-Medaglia Italia quale encomio d’onore al Concorso Letterario Nazionale “Una giovane/ vecchia fanciulla” organizzato dall’Accademia Internazionale “Francesco Petrarca” di Capranica (VT) per celebrare il 150° anno dell’Unità d’Italia, con premiazione alla Chiesa dei Deputati in Largo Colonna a Roma.-Medaglia d’argento della Provincia di Salerno al Premio Internazionale “Arte e Cultura 2011” organizzato dall’Accademia Internazionale di Belle Arti, Lettere e Scienze “Michelangelo Angrisani” di Salerno.-Diploma di Merito al concorso “La Bella Italia” conferito a Firenze alla cerimonia di premiazione in Palazzo Medici Riccardi, sede del Consiglio Provinciale, organizzato dall’Associazione Culturale “Estro-Verso”.Per la poesia “Africa”:Targa offerta dal Comune di Pertosa per essersi classificata al 1° posto alla IV Edizione del Concorso Letterario Internazionale “Il Saggio – Auletta Terra Nostra”, organizzato dal Centro Studi Storici “Il Saggio” di Eboli e dall’Associazione Culturale “Auletta Terra Nostra”.Il 16 luglio 2010 il Presidente del Consiglio Comunale di Fano ha conferito a Stefano Sorcinelli una Targa onoraria per i tanti e prestigiosi riconoscimenti conseguiti in ambito letterario a livello nazionale ed internazionale.L’8 dicembre 2011 la Dott.ssa Pasqualina Genovese d’Orazio, Presidente dell’Accademia Internazionale di Arte e Letteratura “Francesco Petrarca” di Capranica (VT) ha conferito al poeta fanese il prestigioso “Nastro d’Argento Bachelor” con cerimonia solenne alla Chiesa dei Deputati in Largo Colonna a Roma “per essersi distinto con fama e singolare perizia nella materia poetico-narrativa”.

(Per ulteriori prestigiosi premi vedere in indice SOCI PREMIATI: il bacio dell'Arte) 

 

AUTUNNO

 

Dalla finestra

osservo

le foglie cadere

una dopo l’altra

inesorabilmente..

come i miei anni

come i miei sogni.

A terra

giacciono

in un letto di foglie

sfrante

le carcasse

delle mie speranze

infrante

 

 

 

 

MANI APERTE

 

Mi rivolgo a Te

Padre mio

per chiederti di aiutarmi

di afferrar le mie malate mani

 

Mani viziose

Mani invidiose

Mani ingrate

Mani bestemmiate

 

Mi rivolgo a Te

Padre mio

con le mie sole mani

perché altro

da offrirti non ho

se non i miei peccati

 

Mi rivolgo a Te

Padre mio

perché da queste stesse mani

Puoi far nascere

un raggio di sole

che m’illumini il domani

 

 

 

 

 

 

NOTTE INSONNE

 

Mi ritrovo

a schivare

lampioni e

barricate di cemento

sotto una coperta

forata

che a stento spegne

mozziconi di ricordi

e tra pensieri

offuscati e stanchi

attendo

il chiarore dell’alba

che mi riporta

a casa

 

 

 

PIGRIZIA

 

Sprofondo nel divano

con l’acquisita eleganza

di un tuffatore esperto

Riemergo

come sirena abbagliante

dallo strato canceroso

dei miei pensieri

per poi

finalmente

perdermi nell’oblio dei sensi

nel buco nero

della mia esistenza

 

 

SIPARIO

 

La sera

quando mi spoglio

degli abiti di scena

dietro le quinte

di una falsa apparenza

ritrovo

finalmente

la mia nuda essenza

e l’agognata libertà.

 

 

 

ULTIMO ATTIMO

 

L’attimo esatto

che non pensai a me

nello stesso

che mi parve il ricordo scivolare

la speranza ormai quieta

ed il presente

non aver più consistenza

Questo

 

è l’attimo che la morte annulla.

 

 

 

 GRUPPO CULTURALE
GRUPPO CULTURALE