Vincitrice "SEMPRE CARO" Poetessa ROSA SPERA

 

 

 

Poesia VINCITRICE : 1° CLASSIFICATA

 

ROSA SPERA

 

PRESENZA/ASSENZA

( A un fiore mai sbocciato )

 

Tu non verrai,

non schiuderai un varco al guscio acerbo

per innalzarti a germoglio di vita

ramificandoti ai frutti del domani.

Aleggerai impalpabile tra terra e cielo

in dimensioni circoscritte da confini

invalicabili al mio petto

trafitto da un tormento che non ha voce.

No, tu non verrai,

è inafferrabile quel volo di rondine

ingabbiato in negazioni che implodono

nel tuo essere fulcro di presenza assenza.

Resterai nel tempo fruscio sommesso,

alito negato a carne e sangue

in cerca di una sponda che sia fonte

di un raggio d'alba, di un respiro nuovo.

Tu non verrai,

già sale in faccia al cielo un'altra luna

e più ti attardi, bagliore d'innocenza,

spegnendo giorni che non hanno volto.

Non verrai,

ma ti coltiverò essenza implume

alimentata da ossigeno di vento;

sarai presenza che alimenta il giunco,

l'impronta ormai indelebile di un sole 12

che brucia di un amore legato all'anima.

 

 

 

 

IL RESPIRO DELLA TERRA

 

Scalfisce i costoni della notte

il respiro arcaico della terra

espandendosi tra ombre dilatate

orfane di voci.

Ha spezzato le ali del giorno

l'onda nera arenata su rive d'enigma

dove orme di passi dissonanti

hanno intrecciato linee di destini.

E tu respiri, terra,

offrendo al buio ferite inferte

da venti perversi

che consumano il tuo cuore di roccia.

Racconta il tuo respiro

il pianto antico delle madri

i volti scuri scavati dalla fame

le labbra rotte dall'arsura.

Si fa lamento il tuo respiro

rammentando la dignità perduta

la fede smarrita

i rombi di fuoco che mietono vite

su lembi violentati.

Racconti, terra,

l'indicibile pietà del tuo dolore,

mentre adagio il lamento s'incarna

nei colori dell'alba

e il tuo sangue nuovamente

si tinge di vita

rigenerandosi nel sole per non morire.

 

 

 

 

 

IL VENTO HA SANGUE DI MEMORIE

 

Mi scuote

un vento in delirio di rose scarlatte

macchiando di rosso i pensieri

nell'ora che ascende in labirinti notturni.

M'incide la pelle

innestando nell'anima fragranze riposte

che tornano da empiriche sponde

come onde mirate a svegliare ogni oblio.

E mi scorri dentro, padre,

come fiume di sangue generato alla foce

della stessa radice

che rinfiora tenerezze e memorie

poste a dimora nel grembo della luce.

Mi scorri dentro

dilatando vene di un autunno che

indugia

in secche d'arsura

dove i battiti anelano barbagli di luna

per commutarsi ancora in enfasi di vita.

Mi pervadi

riportandomi l'urlo di una fiaba squarciata

e l'ebbrezza di terre in rigoglio

che germogliavano spighe al sole dei tuoi passi

protesi a stagioni falciate dalle roncole.

Tu mi nutri d'amore

e come soffio trascendente mi scorri dentro

strappando gramigne ad un sentire estremo

che offusca gli occhi

e brucia stoppie di giorni ignari di dimenticanza.

 

 

 

 

MOTIVAZIONE espressa dalla Giuria per la poesia vincitrice

 

La forte tensione emotiva, stemperata dal pensiero, sfocia

in immagini delicate e commoventi e viene compiutamente

comunicata dai versi tradizionali (endecasillabi, alessandrini,

quinari, settenari e viceversa), moderni nella forma, nel

ritmo e nella sonorità.

 

 

CURRICULUM

 

 

 

Nata a Barletta (BA) ed ivi residente, pluriaccademica per merito di autorevoli centri culturali, ha ricevuto per la sua attività letteraria svariati riconoscimenti, come  la nomina di "Membro Honoris Causa" a vita del C.D.A.P. (Centro Divulgazione Arte e Poesia) di Viterbo. È presente con le sue opere su prestigiose antologie e importanti biblioteche sparse sul territorio nazionale. Le sue considerazioni sulla poesia sono state pubblicate su libri di diversi autori ed inoltre è presidente di giuria del premio naz. di poesia "Massimo D'Azeglio" a Barletta. Innumerevoli i premi da lei conseguiti in concorsi letterari nazionali ed internazionali, tra i quali: 1° Premio "Cesare Pavese" (CN), "La Montagnola" (RM), "Picena" (Ascoli Piceno), "Iniziative Letterarie" (MI), "Ketty Daneo" (Trieste), "Leonardo" (FI), "Agenda
Fa parte del Movimento Internazionale “Donne e Poesia” di Bari ed è membro di giuria in diversi premi letterari. Alcune sue poesie sono state tradotte in francese e i suoi componimenti introdotti in antologie didattiche. Illustri critici si sono interessati alle sue opere esaltandone i contenuti e l’eleganza del verso. Premiata ed apprezzata da Mario Luzi, ha pubblicato la raccolta “Oltre i silenzi” che ha ricevuto innumerevoli primi premi. Nell’ottobre 2005, ha pubblicato il secondo volume di poesie “Il tempo e la rosa” anch’esso edito da Giuseppe Laterza, Bari. Più volte definita poetessa delle dissolvenze e dei grandi scenari naturali, ha ricevuto un riconoscimento dal Ministero per i Beni Culturali. I tanti premi sono stati riportati dai maggiori organi di stampa.


Pubblicazioni e concorsi: Città di Basilea - Città di Atene - Città di Recanati - Il Molinello (Siena) - Le Quattro Porte (BO) - Città di Milano - Mondolibro - (Roma) - Penisola Sorrentina - Novipoesia (Novi Ligure) - Città di Leonforte (Enna) - Maestrale San Marco (GE) - Il litorale (Massa) Città di Pompei.

 GRUPPO CULTURALE
GRUPPO CULTURALE